Più di 2 milioni di pensionati con meno di 500 euro al mese

Come sempre i più colpiti sono coloro che appartengono alle categorie sociali più deboli e quindi quelli che maggiormente risentono della crisi sono o i più giovani, che come abbiamo visto altre volte soffrono di un tasso di disoccupazione altissimo, o le persone anziane. L’Inps afferma che dei prorpri pensionati, più di sette milioni e duecento mila persone, pari al 52,1 per cento hanno un reddito pensionistico mensile sotto i mille euro; la relazione che viene annualmente pubblicata dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale comunica che lo scorso anno l’assegno pensionistico medio percepito in italia è stato di 1131 euro, sempre nello stesso rapporto viene comunicato che l’anno passato sono state revocate più di 41000 pensioni di invalidità, che corrispondono quasi al quindici per cento delle 274 mila posizioni controllate complessivamente.

Sono meno del tre per cento, il 2,9% per la precisione, gli italiani che godono di un assegno mensile superiore a tre mila euro, mentre più del settantacinque per cento, il 76,2%, percepisce una pensione mensile inferiore ai mille e cinquecento euro; la relazione dell’Inps mostra che sono ben 2,39 milioni coloro che ricevono una pensione di meno di cinquecento euro mensili, e rappresentano il diciassette per cento del totale; complessivamente i pensionati afferenti all’Inps, al 31 dicembre dell’anno passato, erano 13.941.802, quasi il sessanta per cento di questi sono donne.

Il Codancons ha commentato questi dati spiegando che nel nostro Paese una persona da sola con un reddito mensile inferiore a 1700 euro  vive con pesanti rinunce e quindi la situazione di molti pensionati risulta essere ben al di sotto delle possibilità di una vita dignitosa e senza sacrifici.

Ti piaciuto questo articolo? Perch non lasci un commento e continui la discussione, oppure iscriviti ai feed e riceverai gli articoli sul tuo feed reader.

Commenti

baltimore@socks.sorted” rel=”nofollow”>.…

ñýíêñ çà èíôó!!…

physical@chromatic.extemporize” rel=”nofollow”>.…

ñïñ çà èíôó!…

Pubblica commento

(obbligatorio)

(richiesta)