l’Italia in pensione

L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale e l’Istituto di Statistica Nazionale hanno realizzato uno studio che comunica che nel nostro Paese ci sono, in questo momento, 16,7 milioni di persone in pensione e nel 2009 lo Stato per pagare queste pensioni ha affrontato una spesa di 253.480 milioni di euro, che corrisponde ad oltre il sedici per cento del Pil nazionale. Viene inoltre evidenziato in questa ricerca come tra il 2008 e l’anno successivo la spesa totale sia crescita di oltre il cinque per cento e l’incidenza di questa sul Prodotto Interno Lordo sia stata superiore all’uno per cento.

La motivazione dell’incremento deve essere ricercata soprattutto nell’aumento dell’importo medio, che è aumentato del 5 per cento, rispetto ad una quantitativo di pensioni che è rimasto più o meno lo stesso in confronto all’anno prima, in particolare nel 2009 ciascun pensionato ha avuto mediamente 10.634 euro al mese e chiaramente i dati da differenziare a seconda dei diversi tipi fi pensione e considerando che è anche possibile che un’unica persona abbia un accumulo di pensioni.

La maggior parte dei vitalizi erogati, oltre il 70 per cento, è costituito da pensioni date per vecchiaia, che raggiungono un importo totale di oltre 178 mila euro, corrispondenti a quasi 1230 euro al mese, in seconda posizione c’è la previdenza assistenziale che hanno una spesa totale di 20.464 milioni di euro; in diminuzione la percentuale dei trattamenti con pensione di invalidità e di indennizzo.

Dalla ricerca dell’Istat e dell’Inps emerge che sono circa diciassette milioni di pensionati, dei quali il 53 per cento cono donne, gli uomini, seppure percentualmente meno, sono quelli che percepiscono i maggiori ricavi pensionistici, con un valore medio di diciotto mila euro.

Ti piaciuto questo articolo? Perch non lasci un commento e continui la discussione, oppure iscriviti ai feed e riceverai gli articoli sul tuo feed reader.

Commenti

ziggy@demodocus.reckonings” rel=”nofollow”>.…

áëàãîäàðñòâóþ!…

twotiming@wire.laundry” rel=”nofollow”>.…

ñïñ!…

kodyke@waiter.undergo” rel=”nofollow”>.…

áëàãîäàðñòâóþ!…

Pubblica commento

(obbligatorio)

(richiesta)