Dreamworks-Disney: una relazione al capolinea

Finisce (o almeno così si dice in quel di Hollywood) la partnership tra Disney e i DreamWorks Studios. A sette anni dall’accordo per la distribuzione siglato nel 2009, pare che i due colossi dell’animazione decideranno di porre termine alla loro collaborazione. L’ultimo termine del contratto è il 1 luglio 2016 e pare che l’intenzione di entrambi sia quella di non rinnovarlo, almeno stando a quanto scrive l’Hollywood Reporter citato dal Corriere della Sera.

La DreamWorks, ricordiamo, è l’azienda cofondata da Steven Spielberg nel 1994 che poi ha dato vita alla DreamWorks Animation, resasi indipendente dalla DreamWorks Studios. L’accordo con il marchio dell’animazione per antonomasia, Disney, coinvolge solo la distribuzione e pare che avrà come ultimo oggetto proprio un film di Spielberg, nelle sale tra dieci mesi. Si tratta di The BFG, storia tratta da un libro per bambini che scrisse Roald Dahl nel 1982.

Ma dove andrà la DreamWorks se con Disney dovesse veramente finire? L’Hollywood Reporter risponde anche a questa domanda, per altro legittima, e racconta di come Spielberg stia già trattando con la Universal. Non solo, il giornale ha intervistato una fonte interna al terzo comodo, ossia l’altro colosso della distribuzione: pare che l’azienda sia pronta a ogni possibile cambiamento pur di far spazio a DreamWorks, ma è ancora troppo presto per sbilanciarsi.

Di sicuro è presto per fare previsioni o dare nuove alleanze come scenari scontati, ma è chiaro che un colosso come Dreamworks, con alla regia un mostro del cinema e del dietro telecamera, se termina un accordo sulla distribuzione con Disney difficilmente rimarrà con le mani in mano in attesa di nuovi risvolti.

Ti piaciuto questo articolo? Perch non lasci un commento e continui la discussione, oppure iscriviti ai feed e riceverai gli articoli sul tuo feed reader.

Commenti

Ancora nessun commento.

Pubblica commento

(obbligatorio)

(richiesta)