Archivio di ottobre, 2010

E’ ora possibile la sospensione dei mutui per le famiglie in difficoltà

Dopo un periodo di studio durato ben tre anni sta finalmente per concretizzarsi il Fondo di Solidarietà per i mutui sulla prima abitazione: dal  quindici  novembre sarà possibile, per i nuclei familiari in situazione di difficoltà per il pagamento della rata del mutuo a causa di eventi come la perdita del lavoro, andare in banca [...]

Allo studio nuove forme di moneta elettronica

Carte di credito di nuovissima creazione, mobile banking, moneta elettronica, grazie a tutti i nuovi strumenti di pagamento il denaro contante non ha più un ruolo esclusivo.  Non in Usa dove sono allo studio programmi per la smaterializzazione del portafogli o per carte di nuova generazione ma anche nei Paesi emergenti  sono al vaglio diverse [...]

Poche aziende usano i social network

I dirigenti delle società italiane sono stati conquistati dai social network, Facebook e Linkedin soprattutto, e sette manager su dieci li frequentano solitamente e li usano come strumenti di comunicazione sul web; mentre le società di cui sono a capo ancora sfruttano solo parzialmente questi canali di partecipazione.
Questi sono i dati raccolti da Hsm, società [...]

Le fabbriche della ceramica provano ad uscire dalla crisi

Sulla strada che unisce Fiorano a Sassuolo, nelle province di Reggio Emilia e Modena, si trova il distretto delle piastrelle: cento aziende concentrate in soli otto comuni, il computo delle fabbrica rappresenta quasi la metà di tutte quelle presenti sul territorio nazionale. Questa storia inizia al termine degli anni Cinquanta quando nascono le prime fabbriche [...]

Confartigianato afferma che mancano cuochi, gelatai e falegnami

Un’indagine di Confartigianato ci rivela che rispetto alle cinquecentocinquantamila circa nuovi assunti dell’anno in corso resteranno comunque scoperte oltre centoquarantasette mila posizioni, che significa che le industrie italiane avranno difficoltà a recuperare oltre il ventisei per cento delle figure che gli necessitano, ed in particolare montatori di infissi, cuochi, falegnami e panettieri.
A discapito della recessione [...]

Marchionne non aspetta oltre Natale

Sergio Marchionne ha deciso che entro Natale scadrà il termine per permettere la verifica della governabilità delle fabbriche del gruppo automobilistico nel nostro Paese; l’esempio di Pomigliano d’Arco, dove l’investimento ed il lavoro di adattamento sono già iniziati, dovrà essere copiato anche negli altri stabilimenti. Il tutto dovrà accadere attraverso la Newco, come è accaduto [...]

I contanti restano i preferiti dagli italiani

Ogni italiano esce di casa ogni giorno con in tasca una media di sessantacinque euro, che complessivamente ammontano ad oltre tre miliardi in circolazione in ogni momento della giornata, inoltre bel il sessanta per cento della popolazione non va mai in giro senza denaro contante nel portafoglio, questo è quanto emerge da un’indagine condotta da [...]

Unicredit, arsenico e vecchi merletti…arabi

Alessandro Profumo è sceso dal trono di Unicredit e tutto si sarebbe dovuto sistemare e rimettere nei ranghi. Questo almeno era nei piani del Presidente Dieter Rampl che, con la scelta di Federico Ghizzoni a successore di Profumo, aveva dato un segnale di stabilità forte.
Eppure non é così.  Quello che sta accadendo in questi giorni [...]

Associazione dei consumatori: nuove richieste sui buoni pasto

Il movimento dei consumatori pone una questione importante sui buoni posti e sottolinea l’esigenza di eliminare la data di scadenza dagli stessi; considerandoli come una porzione dello stipendio dei lavoratori, continua l’Adoc, non è giusto che abbiamo un termine entro cui vanno consumati , una simile caratteristica non sarebbe, logicamente, accettata sul denaro.
Sempre secondo quanto [...]

Trovato l’accordo sugli esuberi di Unicredit

Dopo un lungo incontro durato tutta la notte Unicredit firma l’accordo con i sindacati sulla questione dei quattromilasettecento esuberi annunciati dal riassetto di Banca Unica. L’accordo, da quello che comunicano le fonti sindacali, verte sulla possibilità per tremila dipendenti di siglare un’uscita volontaria entro il quindici di novembre di quest’anno.
Tuttavia nel caso in cui non [...]